Come funziona il forno napoletano

La pizza napoletana è la pietanza che rappresenta non solo l’orgoglio della cultura napoletana, ma di tutta la nostra cultura culinaria nazionale. Basti pensare a come il suo sapore e la sua fragranza siano praticamente inimitabili e inconfondibili, rendendola una pietanza unica al mondo.

È proprio per mantenere quest’unicità che la preparazione della pizza deve rispondere a regole rigidissime, spesso al centro di lunghi dibattiti tra pizzaioli di tutta Italia e di tutto il mondo.

Dalla scelta del tipo di pasta alla lievitazione alla qualità della passata e della mozzarella il rispetto della tradizione della pizza non è limitato all’uso dei condimenti e alla preparazione della pasta, ma si espande fino a toccare gli aspetti maggiormente tecnici, come il tipo di cottura e, soprattutto, il tipo di forno da utilizzare.

La forma del forno, i materiali utilizzati per la sua costruzione e le sue capacità di isolare il calore sono alla base dell’aroma e della fragranza della nostra pizza e che ne fanno la storia.

Insomma, il forno tradizionale napoletano è ”l’ingrediente segreto” che rende la tipica pizza napoletana un piatto unico e inimitabile.

Come funziona il forno tradizionale napoletano?

Per ottenere una vera pizza dal sapore e dalla fragranza tipica della tradizione napoletana, questa deve cuocere all’interno del forno a una temperatura costante e uniforme che si aggira attorno ai 400°.

Elementi come la conformazione della cupola, i materiali utilizzati per la coibentazione e per la costruzione del pavimento del forno sono decisivi per ottenere la cottura omogenea di cui necessita la pizza.

Isolamento

L’isolamento  del forno è fondamentale. Ciò determina la qualità di un buon forno poiché riduce i consumi del combustibile (gas o legna) e allo stesso tempo aumenta la resa, garantendo una temperatura costante e facilitando il lavoro del pizzaiolo.

I materiali solitamente utilizzati per la coibentazione del forno sono:

  • Argilla espansa;
  • Fibra di Ceramica (in grado di resistere a temperature elevate)

PLATEA IN BISCOTTO DI SORRENTO

Il Biscotto di Sorrento è un tipo di pietra refrattaria (ovvero una pietra in argilla naturale con ottime proprietà di combustione) tipica del territorio napoletano. Questa viene prodotta ancora a mano e, oggi come allora, è la prima scelta per la cottura della pizza in ogni tipo di forno da pizzeria, che si tratti del tipico forno a legna per pizza napoletano o i più moderni forni a gas per pizza.

L’utilizzo di una pietra refrattaria come il Biscotto di Sorrento permette di immagazzinare una gran quantità di calore e di distribuirlo in maniera omogenea, così da mantenere la temperatura costante.

Da più di 40 anni, Forni Visciano produce forni napoletani artigianali come vuole la tradizione, per offrirvi un prodotto d’eccellenza che vi permetterà di servire la vera pizza dal sapore napoletano.

Scopri i nostri forni!

Condividi questo post